top of page

OFELIA PREMIATA CON LA CHIOCCIOLA DA SLOW FOOD!


E’ uscita in libreria la guida “Guida alle birre d’Italia 2021” di Slow Food che ha assegnato al birrificio vicentino Ofelia la Chiocciola, il riconoscimento più alto in assoluto, attribuito per la qualità e la costanza delle birre, per il ruolo svolto nel settore birraio nazionale, per l’identità e l’attenzione al territorio e all’ambiente.

Ofelia conferma la chiocciola ottenuta anche nella scorsa edizione, attribuita nell’edizione del 2019 per la prima volta in Veneto proprio a Ofelia e si conferma fra i soli 31 birrifici in Italia, ai quali è stata assegnata la chiocciola nell’edizione 2021.

La chiocciola viene assegnata da Slow Food ai birrifici che, oltre a produrre birre buonissime, giocano un ruolo rilevante nella scena italiana nel momento storico in cui la guida è pubblicata. Possono essere birrifici che valorizzano il loro territorio e sono un esempio nel farlo, che fanno una incessante attività di cultura birraria, che fanno una ricerca costante nell’individuare una nuova via per la birra italiana, che si battono per mettere in campo scelte e tecnologie volte a limitare quanto più possibile l’impatto ambientale.

Nel caso di Ofelia, in particolare, come scrive la guida “ricerca, lavoro, umiltà: a piccoli passi, senza mai strafare, Andrea e Lisa si sono costruiti una solida credibilità nel settore: il legame con il territorio è vero, mai forzato, funzionale a produrre birre di qualità. Basta guardare la gamma di questo birrificio per capirne la straordinarietà: ci sono stili che pochi hanno voglia e capacità di proporre, come le mild, e interpretazioni personalissime di tipologie iperinflazionate quali le ipa, che però trovano nelle mani di Andrea e Lisa nuovo slancio. Un birrificio familiare che ha fatto dell’umiltà, del rigore e del non prendermi mai troppo sul serio la propria cifra”.

le birre di Ofelia premiate in guida sono state:

Amitabh: birra slow

Nevermild: birra imperdibile

Signorina Silvani: birra imperdibile

La guida esce ogni due anni e vuole essere la guida più completa della birra italiana con il racconto di 380 fra birrifici artigianali, beer firm e affinatori e oltre 1800 birre recensite.

Nei mesi scorsi il birrificio di Sovizzo Ofelia ha ottenuto importanti riconoscimenti nel concorso “Birra dell’anno”, svoltosi a febbraio a Rimini, con una medaglia di bronzo per La la blend (fruit ale con lampone e lavanda) e una menzione d’onore per nevermild, mentre al concorso internazionale “Barcelona beer challenge”, con una medaglia d’oro per beergamotta, session ale al bergamotto.

Attivo dal 2012 a Sovizzo, il birrificio Ofelia produce birre artigianali, non filtrate e non pastorizzate, prevalentemente ad alta fermentazione. Nel corso degli anni si è guadagnato buona reputazione grazie al grande equilibrio delle proprie birre, alla volontà di valorizzare prodotti locali come il farro spelta di Sovizzo e la corniola di Cornedo e di diffondere la cultura birraia attraverso le visite guidate presso il birrificio il  sabato mattina e i laboratori tematici di avvicinamento alla birra. All’interno del birrificio è attiva la Tap room, aperta anche in orario serale, dove poter bere direttamente le birre prodotte.


 

Yorumlar