Nevermild

Mild ale dal color tonaca di frate, con le piacevolissime note di tofee, frutta secca e caramello. Il nirvana del malto
RICONOSCIMENTI:
“birra slow” per Slow Food in Guida alle birre 2019
“birra quotidiana” per Slow Food in Guida alle birre d’Italia 2017

Sfoglia la lista dei desideri

Descrizione

In prevalenza si sentono le note tostate e caramellate dei malti con il luppolo che fa solo da comprimario conferendo delle leggerissime note terroso-erbacee derivanti dalle varietà inglesi. La schiuma beige chiara, compatta e piuttosto persistente, si adagia su una birra limpida, dal color tonaca di frate con intensi riflessi ramati. I profumi, freschi e invitanti fanno capolino dal bicchiere; i luppoli con note erbacee e gentilmente terrose si fanno sentire, ma sono i malti a farla da padrone con caramello, toffee e soprattutto una danza di sentori di frutta, prugna su tutte e ancora frutta secca, tostata. In bocca si conferma subito la freschezza e i sentori percepiti dal naso: il corpo è slanciato, la gasatura lieve, il bilanciamento ottimale, il finale è correttamente secco, taglia le sensazioni di caramello sul nascere e lascia spazio dapprima a una nota quasi amara e poi a un morbido e intrigante retrogusto sulle note tostate. Davvero piacevole, come tutte le birre di Andrea e Lisa è equilibrata e facile da bere, pur essendo comunque complessa nel suo insieme. La NeverMild riprende una tradizione, quella delle mild e delle brownale anglosassoni, in chiave moderna, attuale, risultando comunque un’ottima interpretazione, personale e di carattere. A tutte le ore, come aperitivo o anche da sola, è un’ottima compagna, da degustare o da bere in grande tranquillità. (Andrea Camaschella)