BIRRA DELL’ANNO PREMIA OFELIA

Medaglia di bronzo per Beergamotta e menzione d’onore Amitabh

Ben due riconoscimenti accompagnano Birra Ofelia al ritorno da Rimini Fiera, dove si è svolto Beer Attraction, la più importante fiera di settore per i birrifici artigianali italiana, e il concorso Birra dell’Anno, il più prestigioso e serio contest dedicato alle birre artigianali nazionali.

Birra dell’anno, il concorso organizzato e promosso da UnionBirrai (l’associazione dei microbirrifici  artigianali italiani), è giunto alla XIV edizione ed è cresciuto ancora, raggiungendo addirittura le 1994 birre iscritte da 327 birrifici, suddivise in 41 categorie e giudicate da un centinaio di giudici esperti, provenienti dall’Italia, dall’Europa e dal resto del mondo.

Il primo riconoscimento, una menzione d’onore,  Birra Ofelia lo ha conseguito con la Amitabh, la English India Pale Ale (categoria 9, dedicata alle birre chiare e ambrate, ad alta fermentazione e basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone), confermandosi ancora una volta tra le migliori di questa categoria. Lo scorso anno era stata premiata con la medaglia di bronzo a birra dell’anno, con la medaglia d’argento al Barcelona beer challenge e premiata come grande birra nella guida alle birre d’Italia di Slow food.

La Amitabh deve il suo nome a un viaggio in India di svariati anni fa, quando trovarono una grande folla nei pressi di un ospedale in cui era ricoverata una delle stelle più amate e conosciute di Bollywood, l’attore Amitabh Bachchan. E come per altre birre di Ofelia il tema del viaggio è fondamentale nello scoprire ingredienti piuttosto che ispirazione.

La Beergamotta ha invece raggiunto la medaglia di bronzo in una categoria, la 41, decisamente complessa, in cui i giudici sono chiamati prima a confermare che la birra sia tecnicamente corretta e poi a decretare il podio in base al piacere e alla facilità di bevuta.

Ed è una grande soddisfazione per Lisa Freschi e Andrea Signorini vedere premiata la loro Beergamotta con queste motivazioni, perché è proprio in quest’ottica che pensarono a questa birra nel momento di scriverne la ricetta e decidere di usare il bergamotto proprio per sottolineare e accompagnare la freschezza della birra.

Ottenere dei riconoscimenti e confermarsi nel corso degli anni, oltre a essere motivo di grande orgoglio, rappresenta al meglio il birrificio e ne racconto il modo di lavorare e di curare la qualità dei proprio prodotti. Il risultato di Birra dell’Anno, concorso molto importante e difficile per numero di birre e di birrifici che partecipano, è un importante segnale che il percorso procede come atteso e anche un ulteriore stimolo a continuare a dare il massimo e ingrandirsi, con la consapevolezza di rappresentare anche il territorio vicentino e la sua straordinaria cultura gastronomica.

tutti i rislultati di birra dell’anno sono qui: https://www.unionbirrai.it/it/news/birra-dell-anno-2019-tutti-i-vincitori/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *